logo ANUU Migratoristi
ok
invio mail
ok

LA LEGGE

ULTIMA ORA

RINNOVO DEL PORTO D’ARMI:

SCADENZE PROROGATE AL 13 GENNAIO 2021 FACCIAMO CHIAREZZA


(29/09/2020)

A seguito del protrarsi dello stato di emergenza per il Covid-19, con una nuova circolare pubblicata il 21/09/2020 il Ministero dell’Interno ha prorogato ulteriormente i termini per il rinnovo del porto d’armi. La circolare dispone che le autorizzazioni e le abilitazioni assoggettate alla legislazione di pubblica sicurezza (quindi anche il porto d’armi uso caccia) scadute tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020, con l’intervenuta proroga dello stato di emergenza fino al 15 ottobre 2020 conservano la loro validità per i 90 giorni successivi a tale data e, quindi, scadranno il 13 gennaio 2021 e non più, come precedentemente indicato, il 29 ottobre 2020.

CALENDARIO VENATORIO DELLA CALABRIA 2020-21:

FACCIAMO CHIAREZZA


(29/09/2020)

Il Coordinamento regionale delle Associazioni venatorie ha ritenuto necessario fare chiarezza sull’ordinanza cautelare emessa dal TAR Calabria il 25/09/2020 relativamente al Calendario venatorio 2020-2021:
https://www.anuu.org/public/ckeditor/data/Associazioni-Venatorie-su-ordinanza-cautelare-Tar-Calabria-Calendario-Venatorio-2020-2021.pdf

CALENDARIO VENATORIO DEL VENETO 2020-21


(29/09/2020)

Le Associazioni venatorie ANLC, ANUUMigratoristi, Arci Caccia, Enalcaccia ed EPS commentano l’ordinanza collegiale n. 473/2020 emessa il 25 settembre 2020 dal TAR Veneto la cui decisione di merito avverrà il 18 novembre 2020:

https://www.anuu.org/public/ckeditor/data/25-09-2020-bis-comunicato-ordinanza.pdf

REGIONE LOMBARDIA:
DECRETO GIORNATE INTEGRATIVE
PER LA CACCIA DA APPOSTAMENTO FISSO


(23/09/2020)

Con Decreto n. 10994 del 22/09/2020 la Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi di Regione Lombardia ha stabilito le giornate integrative limitatamente alla caccia da appostamento fisso nel periodo compreso tra il 1° ottobre e il 30 novembre 2020 (“Calendario venatorio regionale” 2020/2021), con differenze da provincia a provincia, così come di seguito:
BERGAMO: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena e Merlo dall’1 ottobre al 22 novembre;
BRESCIA: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Merlo, Germano reale, Alzavola, Canapiglia, Fischione, Marzaiola, Mestolone, Folaga e Gallinella d’acqua dall’1 ottobre al 22 novembre;
BRIANZA:
Monza Brianza: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena e Merlo dall’1 ottobre al 30 novembre;
Lecco: una giornata settimanale integrativa per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Merlo, Germano reale, Alzavola, Canapiglia, Fischione, Marzaiola, Mestolone, Folaga e Gallinella d’acqua dall’1 ottobre al 30 novembre;
INSUBRIA:
Como: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena e Merlo dall’1 ottobre al 30 novembre;
Varese: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena e Merlo dall’1 ottobre al 30 novembre;
PAVIA: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Merlo, Germano reale, Alzavola, Canapiglia, Fischione, Marzaiola, Mestolone, Folaga e Gallinella d’acqua dall’1 ottobre al 30 novembre;
VAL PADANA:
Mantova: due giornate settimanali integrative per la caccia a Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Merlo, Germano reale, Alzavola, Canapiglia, Fischione, Marzaiola, Mestolone, Folaga e Gallinella d’acqua dall’1 ottobre al 30 novembre.
Alle province di Milano, Cremona e Lodi non sono state concesse giornate integrative.

REGIONE LOMBARDIA:
EMESSO IL DECRETO RIDUTTIVO PER ALCUNE SPECIE


(18/09/2020)

Con data 14/09/2020 la Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi di Regione Lombardia ha emesso il Decreto n. 10641 attuativo dell’art. 1, comma 7, della L.R. 17/2004, relativo alle riduzioni, rispetto al “Calendario venatorio regionale” 2020/2021, dei periodi e delle quantità di prelievo giornaliero e stagionale delle seguenti specie: ALLODOLA (prelievo consentito dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020 con un carniere massimo per cacciatore pari a 10 capi giornalieri e 50 stagionali); COMBATTENTE (sospensione del prelievo venatorio); MORETTA (sospensione del prelievo venatorio); MORIGLIONE (prelievo consentito dal 1° ottobre 2020 al 20 gennaio 2021 con un carniere massimo per cacciatore pari a 2 capi giornalieri e 10 stagionali);  PAVONCELLA (prelievo consentito dal 1° ottobre 2020 al 20 gennaio 2021 con un carniere massimo per cacciatore pari a 2 capi giornalieri e 10 stagionali) e QUAGLIA (prelievo consentito dal 1° ottobre al 31 ottobre 2020 con un carniere massimo per cacciatore pari a 5 capi giornalieri e 25 stagionali).

LIETO FINE PER LA CACCIA A VALLE SALIMBENE:
NESSUNA ORDINANZA RESTRITTIVA SARÀ ADOTTATA DAL COMUNE


(18/09/2020)

Il Comune di Valle Salimbene (PV), in seguito alla formale richiesta avanzata dalla nostra Associazione nei giorni scorsi, ha comunicato che non procederà alla definizione e all’approvazione dell’Ordinanza da noi contestata poiché introduceva delle limitazioni all’esercizio venatorio riservandolo in ambito comunale solo ai residenti. I competenti Uffici del Comune, rispondendo sollecitamente alla nostra richiesta, ci hanno infatti contattato precisando che l’Ordinanza contestata non era comunque ancora entrata in vigore (in quanto in fase di valutazione tecnico-giuridica presso le competenti Autorità) e che, alla luce delle considerazioni espresse dalla nostra Associazione, il Sindaco ha deciso di non procedere alla definizione dell’Ordinanza. Lieto fine, quindi, per la caccia a Valle Salimbene dove domenica prossima l’apertura generale della stagione 2020/2021 potrà svolgersi regolarmente per tutti i soci iscritti all’ATC interessato. Ringraziamo il Sindaco di Valle Salimbene, Daniela Gatti Comini, e tutto il suo Staff per l’attenzione e la considerazione che hanno voluto assicurare alla nostra richiesta e per la disponibilità a rivedere le proprie posizioni iniziali.

UNA POSITIVA SENTENZA PER L’ABRUZZO


(17/07/2020)

Si è concluso positivamente il contenzioso relativo al Calendario venatorio dell’Abruzzo 2019-20 in cui l’ANUUMigratoristi, oltre a FIdC, era intervenuta ad opponendum con l’avv. Alessandro Dioguardi di Pescara. Con sentenza n. 254/2020 il TAR Abruzzo, Sezione prima, ha dichiarato improcedibili il ricorso introduttivo e i ricorsi per motivi aggiunti proposti dalle Associazioni animaliste contro la Regione Abruzzo avanti il TAR Abruzzo con la richiesta di annullamento del calendario. Va sottolineato l’importante risultato ottenuto con la declaratoria d’improponibilità dell’eccezione di legittimità costituzionale dichiarata dal TAR, in quanto un suo eventuale accoglimento avrebbe – di fatto – rischiato di compromettere la possibilità per i cacciatori abruzzesi di esercitare l’attività venatoria nella Zona di Protezione Esterna del PNALM (Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise).

CCT: MORIGLIONE E PAVONCELLA, UNA NUOVA BATTAGLIA


(07/07/2020)

Dopo la recente sentenza del TAR Toscana n. 848/2020 che penalizza il prelievo delle sue specie, la Confederazione dei Cacciatori Toscani continua a difendere le ragioni e le scelte della Regione Toscana nell’approvazione dell’attuale Calendario venatorio, pronti a presentare ricorso al Consiglio di Stato: 

https://www.anuu.org/public/ckeditor/data/CCT-MORIGLIONE-E-PAVONCELLA--LA-NUOVA-LINEA-DEL-PIAVE--2-luglio-2020.pdf

Top
Questo sito utilizza cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie  -  Ulteriori informazioni:
Cookies - Privacy     chiudi ACCESSO UTENTI